Progetti

Responsabili

Patrizia De Filippi

Rosalba Giavani

Associazione Comunità Il Gabbiano onlus

Via Vittorini 26 – Milano

Tel./ fax 025063874

e-mail: progetti@gabbianoonlus.it

Molti sono i progetti dell’Associazione nei diversi territori in cui siamo presenti. Di seguito alcuni dei più significativi.

SONDRIO 

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
FUORI LUOGO

 

Avviso pubblico per lo sviluppo di interventi di accompagnamento all’inclusione socio lavorativa delle persone sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria.

(Programmazione Operativa Regionale Area Carcere)

Il progetto  è rivolto a giovani entrati in contatto con il circuito della giustizia penale.

Obiettivo generale: attivare nei territori di Sondrio e Lecco, percorsi di inclusione sociale a favore di minori e giovani autori di reato.

Azioni previste:

·       Co-costruzione di progetti individualizzati di reinserimento sociale:

1.     accompagnamento e sostegno educativo

2.     sostegno psicologico

3.     accompagnamento e supporto alle famiglie

4.     accompagnamento e sostegno nel percorso formazione e autonomia lavorativa

·       Informazione e sensibilizzazione  del territorio di riferimento del progetto (aziende, associazioni, unioni di categoria).

·       Prevenzione nella scuola.

·       Interventi propedeutici all’inserimento lavorativo:

1.     corsi di formazione

2.     laboratori formativi

3.     formazione e inserimento lavorativo (attivazione di tirocini)

·       Percorsi di gruppo (narrazione conflitto, giustizia riparativa)

·       Attività di supporto alle famiglie

Risultati attesi: incrementare le competenze dei ragazzi coinvolti e avviare un processo di graduale responsabilizzazione nei confronti della comunità dove vivono e del loro percorso di vita.

Consolidare la rete e la collaborazione tra i servizi che coinvolti.

Dicembre 2016 Novembre 2018 Sondrio e Lecco

Progetto interprovinciale

Ente Capofila:

Cooperativa Ippogrifo.

Partner

Associazione Comunità Il Gabbiano

Associazione “Il Cerchio”

Rete Salute

So.Le.Vol di Lecco

Centro Provinciale per l’istruzione di Sondrio

Fondazione Clerici (ente accreditato al lavoro).

Uffici di Piano

Comune di Lecco

Comunità Montana di Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera – ambito di Bellano.

 

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
LA PIASTRA SI-CURA

 

Interventi a favore di giovani persone, anche abusatori di sostanze, in situazione di grave marginalità.

(Programmazione Operativa Regionale Area marginalità)

Il progetto si rivolge a persone che stanno attraversando situazioni di grave marginalità sociale che, in genere, tendono a non rivolgersi ai servizi territoriali tradizionali.

E’ previsto il coinvolgimento del territorio, della comunità e soprattutto del quartiere in cui il progetto si realizza.

Azioni previste:

·       Attività di outreach e presidio sociale mobile: attività di ascolto, distribuzione e scambio di materiali di profilassi, distribuzione materiale informativo;

·       Agenzia dei diritti- sportello sociale di orientamento e inclusione:  processi di orientamento o accompagnamento alla rete dei servizi territoriali;

·       Drop-in: spazio ad accesso libero, luogo di accoglienza, ascolto e assistenza;

·       Micro progetti di inclusione : presa in carico individualizzate finalizzate alla promozione delle competenze residue, in collaborazione con Sert e Servizi Sociali del Comune;

·       Attività di coesione: individuazione di un gruppo di residenti da formare e accompagnare nel ruolo di “operatori di coesione”

·       Agenzia dei diritti- sportello coesione e sicurezza: punto di riferimento per tutti i cittadini dove portare istanze e proposte legate al quartiere; realizzazione di momenti di incontri su tematiche connesse all’inclusione

Marzo2016

Febbraio 2017

Sondrio Capofila:

Comune di Sondrio

Partner:

A.S.S.T.  della Valtellina e dell’Alto Lario

Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione

Associazione Comunità Il Gabbiano Onlus

Cooperativa Il Granello

 

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
L’ARTE DELLA MANUTENZIONE DELLA BICICLETTA”:

IL LAVORO IN CICLOBOTTEGA TRA FRAGILITA’ SOCIALE,

RICICLO E CREATIVITA

 

Attivazione a Sondrio, in un quartiere complesso e multi-problematico (quello della Piastra) di una ciclofficina che abbia anche la funzione di laboratorio educativo-riabilitativo-creativo per l’inserimento sociale di soggetti svantaggiati; l’idea è quella di usare la bicicletta, come oggetto metafora per eccellenza: è un oggetto di apertura e socialità, non si

pedala chiusi dentro un abitacolo, ma all’aperto esponendosi verso l’esterno. Un laboratorio di ciclo-officina che si muove verso la relazione ed il coinvolgimento, verso l’acquisizione di competenze in un contesto di gruppo e di scambio

paritario. La bicicletta diviene così strumento di riabilitazione, di formazione, ma soprattutto di relazione fra persone. La manutenzione della bicicletta in ambito riabilitativo ci dice che imparando ad aggiustare e costruire una bicicletta imparo

anche un po’ ad “aggiustare e ricostruire me stesso”.

2016-2017 SONDRIO Associazione Comunità il Gabbiano Onlus

Cooperativa Sociale Il Granello

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
GRANO NERO Il progetto si caratterizza come iniziativa innovativa di utilità sociale, finalizzata a recuperare la coltura del grano saraceno in Valtellina, oramai dispersa ma un tempo florida, tramite l’inserimento nei processi produttivi di persone svantaggiate quali disabili, tossicodipendenti, ex-detenuti, adulti in difficoltà economica e lavorativa, anche con il supporto delle Cooperative sociali di tipo B coinvolte nel progetto.

Attività realizzate:

1.    Valorizzazione della cultura agricola ed alimentare legata alla coltivazione del grano saraceno, promozione di iniziative culturali, educativo-formative e turistiche rivolte alla cittadinanza, alla popolazione studentesca del territorio e ai turisti affluenti nella valle, grazie al coinvolgimento delle Istituzioni locali competenti

2.    Coinvolgimento nella coltivazione degli ospiti del Gabbiano interessati a formarsi in tale ambito; le attività ergo-terapiche e agricole recuperate e valorizzate dal progetto hanno importanti funzioni educative e riabilitative per queste persone. Tali attività restituiscono alle persone un senso di autoefficacia, importante per la ricostruzione della propria identità e stima di sé; la cura delle piantagioni e l’attenzione quotidiana che richiedono migliorano, di riflesso.

3.     Coinvolgimento attivo, in occasione della  semina e del raccolto dei ragazzi diversamente abili della cooperativa san Michele.

2015-2016 TIRANO Associazione Comunità Il Gabbiano Onlus

Cooperativa Sociale agricola Il Gabbiano

Comune di Tirano e Biblioteca “Arcari”

Istituto scolastico comprensivo di Tirano

Kiriku’ Societa’ Cooperativa

Sociale

Passi e crinali A.s.d.c

Cooperativa San Michele

 

COMO

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
CON.TATTO: Trame riparative nella comunità.

FONDAZIONE CARIPLO, BANDI WELFARE DI COMUNITA’

Il progetto agisce a livello territoriale ed intende sperimentare un sistema di welfare comunitario per la gestione dei conflitti sociali fondato su un approccio di comunità riparativa e relazionale (Modello Co.Re.) e sulla diffusione di:

•       diverse rappresentazioni sociali del conflitto

•       approcci di gestione dei conflitti maggiormente orientati a una responsabilità ecologica e a una pluralità di pratiche di mediazione e riparazione.

Obiettivi specifici e attività:

·       Divulgare l’approccio e le pratiche riparative nei quartieri di Rebbio, Lomazzo e Rovellasca e nelle 7 scuole identificate e coinvolgere le persone significative

•       Promuovere e facilitare la responsabilità e la sensibilità alla cura dei legami sociali e promuovere lo sviluppo di competenze per affrontare i conflitti utilizzando le pratiche riparative

•       Aumentare la conoscenza e l’utilizzo dell’approccio, degli strumenti e delle pratiche riparative nel Sistema della giustizia principalmente penale

•       Aumentare l’attenzione e le risposte per le vittime nella comunità anche in risposta alla direttiva europea 29/2012

•       Alfabetizzare la comunità attraverso la comunicazione, informare e coinvolgere la cittadinanza affinché sia motivata a sostenere con il dono e il volontariato le azioni di progetto.

•       Avvicinare, dialogare, ricostruire I legami tra cittadinanza e istituzioni.

2017-2020 COMO-LOMAZZO-ROVELLASCA Ente capofila:

Comune di Como

Partner

ASCI Azienda Sociale Comuni Insieme

Università degli Studi dell’Insubria Dipartimento di Diritto Economia e Culture

Università degli Studi di Bergamo Dipartimento Scienze Umane e Sociali Cattedra Pedagogia Sociale e della Marginalità e dei Diritti Umani

Associazione del Volontariato Comasco – CSV Como

Solevol Centro di Servizio per il volontariato di Lecco e Provincia

Associazione Comunità Il Gabbiano onlus

Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione

ForMattArt Associazione Promozione  Sociale

Associazione Ricerca Sociale – ARS

Consultorio Familiare Icarus

Cooperativa Sociale Questa Generazione

Consorzio Concerto

LECCO

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER  
IN.VE.RE.

IN ROTTA VERSO L’EUROPA

 

FINANZIATO DA Regione Lombardia

Fondi Sociali Europei

(Programmazione Operativa Regionale Area marginalità)

Il progetto IN ROTTA VERSO L’EUROPA si rivolge a adolescenti, giovani e adulti  del territorio che si trovano in situazioni di rischio di emarginazione, devianza e consumo di sostanze.

Obiettivo generale è quello di realizzare un programma di riduzione dei rischi che si sviluppi attraverso più livelli di azione, fortemente integrati e connessi tra loro in una logica circolare:

1.     Primo contatto e aggancio precoce delle persone sul territorio attraverso un servizio di Unità Mobile.

2.     Costruzione di percorsi  personalizzati; sono previste attività di  counselling, orientamento, sostegno e invio/accompagnamento (dove è necessario) ai servizi specialistici territoriali con i quali costruire un approccio integrato.

3.     Percorsi di mediazione nei contesti territoriali a rischio

4.     Lavoro di rete con enti locali

I luoghi e i contesti di realizzazione degli interventi sono le scuole, i locali pubblici, le discoteche, la strada e molte delle zone a rischio della città di Lecco. E’ stata sviluppata inoltre una collaborazione con il dormitorio della Caritas della città di Lecco per la presa in carico sociale e individualizzata rivolta a persone che frequentano il dormitorio per fornire un accompagnamento e un ri-orientamento rispetto a bisogni specifici.

2016-2017 LECCO Capofila:

Associazione Comunità il Gabbiano

Partner:

Comune di Lecco

ATS MONZA BRIANZA

Cooperativa Sociale Omnia  Language

Cooperativa Sociale AERIS

Cooperativa Sociale SINERESI

S.M.I. Broletto

Cooperativa Sociale TIPICA

 

 

 

 

 

 

 

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
CITTA’ A ROVESCIO

Finanziato da Fondazione Cariplo

“Città a rovescio” è un progetto di presa in carico del bene comune attraverso attività laboratoriali, progettuali e creative che stimolino la partecipazione attiva dei cittadini, a partire dai bambini della scuola primaria, attraverso azioni di arte-educazione per la riqualificazione di aree in cerca di qualità insieme alle fragilità sociali e agli abitanti del quartiere.

Azioni previste:

–        Attivazione di un Centro Culturale Polivalente per nuovi usi creativi da parte di giovani artisti, bambini del quartiere (scuole), anziani, associazioni locali, giovani adulti abitanti il quartiere (30-50 anni), fragilità sociali (ospiti di comunità accoglienza, persone con disabilità)

–        Riscoperta, attraverso forme artistiche espressive, dei desideri e delle aspettative dei cittadini sugli spazi della città, a partire dai bambini e dalle persone più fragili.

–        Sensibilizzazione delle scuole e della comunità locale sul valore della cittadinanza attiva e del protagonismo sociale e culturale per favorire una rigenerazione urbana culturale

–        Valorizzazione e promozione delle reti territoriali, secondo un processo di produzione artistica affinché tutte le parti coinvolte diventino co-protagoniste dello spazio

–        Avviamento della prima stazione creativa permanente.

2016-2018 Lecco Ente capofila:

Cooperativa Sociale C.R.A.M.S. ONLUS

Associazione Comunità il Gabbiano Onlus

Scuola primaria “C. Battisti” di Acquate

Scuola primaria “C. Battisti’ di Lecco

Giovani artisti della città (Art Station)

Cooperativa UNOTEATRO

 

 

LODI

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
SIS.AC.T.

Progetto per lo sviluppo di un

Sistema Accoglienza Territoriale a favore di adulti in esecuzione penale

 

 

 

FINANZIATO DA Regione Lombardia

Fondi Sociali Europei

(Programmazione Operativa Regionale Area Carcere)

Il progetto intende accrescere l’inserimento sociale e l’occupabilità delle persone adulte sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria penale:

–        Migliorando la capacità del sistema territoriale di offrire servizi integrati e personalizzati

–        Favorendo la diffusione di una percezione sociale positiva delle persone sottoposte a provvedimenti penali

–        Sviluppando azioni mirate e personalizzate volte al loro reinserimento lavorativo ed abitativo.

Le attività ed azioni previste sono le seguenti:

1.     Inserimento individuale

1.1. Istituzione di un tavolo di lavoro e cabina di regia tra gli enti partner e gli altri enti in rete

1.2. Costituzione di una equipe multidisciplinare

1.3. Promozione del collegamento tra la rete interna e la rete esterna all’istituto penitenziario locale tramite le funzioni dell’agente di rete

1.4. Accoglienza ascolto orientamento dei destinatari e delle loro famiglie, sia all’interno che all’esterno dell’Istituto penitenziario locale tramite sportelli ad accesso libero

1.5. Laboratori di socializzazione

2.     Informazione e sensibilizzazione

2.1. Interventi di sensibilizzazione nelle scuole ed eventi per la cittadinanza

2.2. Incontri con Camera di commercio, associazioni datoriali, imprese

3.     Inserimento lavorativo

3.1. Accompagnamento al lavoro dei destinatari

3.2. Formazione professionale destinatari

4.     Accoglienza abitativa temporanea

4.1. Attivazione appartamento housing temporaneo per un totale di 6/8 persone ospitate nell’arco del progetto

4.2. Percorsi personalizzati di accoglienza e autonomia abitativa

4.3. Supporto alla ricerca di soluzioni abitative autonome sul territorio

Gennaio 2017 – Novembre 2018 LODI Capofila Azienda speciale consortile per i servizi alla persona

Partner

Associazione Comunità Il Gabbiano onlus

Associazione Il Mosaico

Associazione Loscarcere

CESVIP

Associazione Progetto Insieme

 

Provincia di Lodi

Comune di Lodi

LAUSVOL

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
SULLA BUONA STRADA

 

 

 

FINANZIATO DA Regione Lombardia

Fondi Sociali Europei

(Programmazione Operativa Regionale Area marginalità)

Il progetto è realizzato nell’area urbana della Città di Lodi ed è finalizzato a sviluppare un sistema territoriale di educativa di strada rivolta ad adolescenti a rischio e giovani-adulti in stato di marginalità che fanno della strada il loro principale contesto di vita.

Finalità del progetto è quella di ridurre i rischi di marginalità, devianza e disagio e favorire percorsi di inclusione sociale, a partire dalle attività realizzate dai servizi di bassa soglia delle educative di strada.

In particolare, il progetto intende:

–        Favorire l’integrazione di sistema tra i servizi pubblici e del provato sociale che operano negli ambiti della devianza giovanile e della marginalità dei giovani adulti;

–        Favorire l’aggancio di situazioni di marginalità e fragilità tramite i servizi delle educative di strada minori ed adulti, in modo da avvicinare, offrire ascolto, orientare ed accompagnare in modo mirato le persone target del progetto che non riescono o non intendono rivolgersi ai servizi tradizionali;

–        Sviluppare connessioni di rete con gli stakeholders presenti nelle zone urbane più a rischio per promuovere azioni di riduzione dei rischi e coesione sociale;

–        Sviluppare buone pratiche di azione.

A tale scopo sono realizzate le seguenti azioni principali:

Costituzione di una cabina di regia del progetto e sviluppo di tavoli di raccordo locali sui temi d’interesse;

Uscite di educativa di strada adulti e minori;

Percorsi di formazione e consulenza alle équipe;

Uscite serali e notturne nei contesti a più alto rischio di consumi problematici di alcol e droghe in particolare tra i giovani.

Aprile 2016 – Febbraio 2017 LODI Capofila

Cooperativa sociale Famiglia Nuova

Partner

Associazione Comunità Il Gabbiano onlus

Cooperative Sol.I., Le Pleiadi e Koiné

Cooperativa Microcosmi

Consultorio familiare Centro per la Famiglia

 

Associazione Casabarasa

Comune di Lodi

 

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
Coltivi@mo.LO

Progetto per l’attivazione di un orto sociale sul territorio lodigiano con la compartecipazione di studenti e persone in situazione di fragilità

 

Finanziato a valere del progetto Welfare di Comunità – “Rigenerare valore nel lodigiano”

Il progetto promuove l’attivazione di due orti didattico-sociali, un orto in door presso l’Istituto Scolastico Superiore “Pandini” di Sant’Angelo Lodigiano e un orto out door presso i terreni di pertinenza della Comunità Il Gabbiano di Pieve Fissiraga.

Ciò con la finalità di:

A.promuovere l’educazione ambientale, con particolare riferimento ai temi dell’agroalimentare, presso i gruppi classe degli Istituti scolastici coinvolti;

B.favorire i percorsi riabilitativi e di reinserimento socio-lavorativo degli ospiti della struttura comunitaria Il Gabbiano di Pieve Fissiraga e di altre persone svantaggiate;

C.produrre ortaggi (patate, pomodori, cipolle, insalate, ortaggi) da destinare alle strutture di aiuto alimentare del territorio lodigiano, alle strutture comunitarie della rete di progetto, alla commercializzazione per la sostenibilità futura del progetto.

Nel corso dell’a.s. 2016-2017, il progetto ha ospitato il percorso di Alternanza scuola lavoro di cinque studenti con disabilità coinvolti nell’ambito del progetto “Giovani disabili e agricoltura sociale lodigiana” di cui la Cooperativa sociale agricola Il Gabbiano è partner insieme ad altre realtà profit e no profit del territorio, con ente capofila l’Azienda speciale consortile per i servizi alla persona del lodigiano.

2016 – 2017 LODI Capofila Associazione Comunità Il Gabbiano onlus

Partner

Cooperativa sociale Agricola Il Gabbiano

Istituto scolastico superiore “Pandini” di Sant’Angelo Lodigiano

Istituto scolastico superiore “Piazza” di Lodi

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
Ruralia

Lavoro e competenze adattati alle nuove esigenze dei territori rurali del lodigiano

 

Finanziato a valere sul Bando empblematici minori 2016 Fondazione comunitaria Cariplo Lodi

Il progetto mira a:

elaborare metodologie e prassi per lo sviluppo delle competenze professionali e delle opportunità occupazionali delle nuove generazioni del territorio, anche se portatrici di svantaggi, in materia di tutela ambientale e sviluppo rurale;

promuovere interventi di rete a sostegno di settori locali trainanti e delle vocazioni territoriali in ambito ambientale ed agrisociale, finalizzati a creare nuove competenze professionali e risorse di sistema in grado di gestire i processi di cambiamento attivati tramite il progetto.

Le azioni previste dal progetto sono:

·  Promozione dell’iniziativa a livello locale

·  Reclutamento e formazione dei giovani destinatari partecipanti al progetto

·  Sottoscrizione del contratto formativo con i giovani selezionati, inquadramento nel progetto ed illustrazione dettagliata delle attività

·  Tirocini formativi di tre mesi nei settori commerciale, ortofrutticolo, vitivinicolo, lattiero caseario, florovivaistico e di manutenzione del verde

·  Percorsi di auto imprenditorialità

·  Costituzione ed avvio di una cooperativa di comunità nel settore specifico

2017-2019 LODI Capofila

Istituto tecnico agrario “Tosi” di Codogno

 

Partner

Associazione comunità Il Gabbiano onlus

Cesvip

Comune di Codogno

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
RIGENERAZIONE DI UNA PROSPETTIVA

La riqualificazione di un terreno marginale, nella logica dell’agricoltura sociale, con la partecipazione attiva della cittadinanza per la cura del bene comune

 

L’obiettivo del progetto è riqualificare un terreno definito da sempre “area marginale” e oggi considerato “bene comune” all’interno di un Quartiere periferico della città di Lodi (San Fereolo), al fine di migliorare la qualità della vita della comunità in cui è inserito e favorire il superamento della ghettizzazione delle fasce deboli, con azioni di partecipazione e cittadinanza attiva.

A tale scopo, il progetto prevede la realizzazione delle seguenti azioni:

·       Costituzione ATS e lavoro di rete, promozione e comunicazione del progetto

·       Preparazione dell’area colturale e realizzazione orto e frutteto

·       Realizzazione spazio area ufficio ed accoglienza

·       Formazione per il personale impiegato sul campo e per gli operatori degli enti partner

·       Attività formativa rivolta alla cittadinanza che sarà coinvolta nel processo di partecipazione attiva e alla raccolta dei frutti

·       Avvio inserimento sociale di giovani e adulti disabili in attività manuali e/o aggregative all’interno del bene individuato, con presenza ed affiancamento di personale educativo specializzato

·       Avvio percorsi educativi e di sensibilizzazione delle scuole primarie e secondarie inferiori con visite organizzate in loco

2017-2019 LODI Capofila

Movimento Lotta Contro la Fame nel Mondo

 

Partner

Associazione comunità Il Gabbiano onlus

Cooperativa sociale Il Pellicano

Cesvip

Cooperativa sociale Il Mosaico

Cooperativa sociale Verbena

Azienda consortile dei servizi alla persona

Comune di Lodi

 MILANO

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
 

D.O.M.: Donne Oltre Le Mura

Percorsi di inclusione attiva e accoglienza abitativa per donne e persone particolarmente vulnerabili

 

 

FINANZIATO DA Regione Lombardia

Fondi Sociali Europei

(Programmazione Operativa Regionale Area Carcere)

Il progetto si rivolge a donne e persone particolarmente vulnerabili, in particolare transessuali e transgender, sottoposte a provvedimenti dell’Autorità giudiziaria o a fine pena, ristrette negli Istituti penitenziari milanesi di Bollate e San Vittore o in carico all’UEPE territoriale. È promosso da una rete di partner che ha già collaborato per la realizzazione di progetti rivolti al sotto-target individuato e che ha attivato una progettazione partecipata ad hoc in interlocuzione con le Direzioni delle due carceri e dell’UEPE.

L’Obiettivo generale è ampliare le opportunità di autonomia ed inclusione sociale attiva per le persone destinatarie, tramite:

·       percorsi personalizzati di reinserimento individuale e lavorativo,

·       interventi di informazione rivolti al target e di sensibilizzazione rivolti agli stakeholders e alla cittadinanza,

·       soluzioni di accoglienza abitativa temporanea.

 

D.O.M è un progetto innovativo in quanto:

·       È indirizzato ad un sotto-target specifico, non sufficientemente attenzionato dagli interventi nell’area carcere e ancor meno in quelli territoriali volti all’inserimento sociale e lavorativo; questo sotto-target ha bisogni specifici e difficoltà maggiori di inclusione e dunque richiede interventi mirati;

·       Ha un impianto organizzativo composto da enti con mission, servizi e competenze differenziate e non sovrapponibili, che si sono attivati in un processo di progettazione partecipata orientato non solo a sperimentare azioni, ma anche a confrontare buone pratiche e mettere a sistema un modello d’intervento;

·       Si fonda su una impostazione di visione e metodologica volta a connettere l’esperienza di detenzione dentro il carcere con i percorsi di inclusione all’esterno;

·       Utilizza la metodologia laboratoriale e le figure di per supporter sia dentro che fuori il carcere.

Dicembre 2016 – Novembre 2018 Milano Capofila

Cooperativa sociale Alice

 

Partner

Associazione comunità Il Gabbiano onlus

Bee 4 Altre menti Cooperativa sociale di tipo B

Galdus società cooperativa

Fondazione Eris

Formattart APS

ABCittà Cooperativa sociale

Camelot Cooperativa sociale

Camera del lavoro metropolitana di Milano CGL

Sicet Sindacato Inquilini case e territorio

 

 

 

TITOLO ABSTRACT PERIODO TERRITORIO PARTNER
La presa in carico di adolescenti e giovani adulti.

 

Programmazione Operativa Regionale P.O.R. Adolescenti Regione Lombardia Area Adolescenti

Obiettivo generale: sperimentare un modello di rete e presa in carico per rispondere al bisogno territoriale di nuovi servizi rivolti ad adolescenti e giovani tra i 13 e i 24 anni in difficoltà evolutiva e/o con problemi connessi al consumo di sostanze psicoattive legali ed illegali. La presa in carico si realizza attraverso una stretta integrazione e connessione operativa con le altre realtà del territorio e con la famiglia e le persone significative.

Obiettivi specifici:

– accogliere e dare ascolto alle fatiche, alle difficoltà ed alle esigenze dei ragazzi e delle loro famiglie in contesti vicini a quelli per loro significativi (il quartiere, la strada, la stessa abitazione, altri contesti formali ed informali frequentati);

– individuare insieme a loro i bisogni emergenti e ipotizzare percorsi per potervi rispondere, ad esempio orientando/accompagnando ad altri servizi territoriali disponibili o costruendo altre opportunità di risposta che non si sovrappongano, ma si integrano e connettono quelle presenti sul territorio;

– realizzare insieme attività concrete di tipo educativo e sociale da realizzare in famiglia, a scuola, nei luoghi di lavoro, nelle situazioni di tempo libero o volontariato, nella comunità locale;

– supportare dal punto di vista psicologico i giovani e le loro famiglie.

2014-2017 SONDRIO

LECCO

COMO
BERGAMO

MILANO

LECCO

LODI

Ente capofila

Associazione Comunità il Gabbiano onlus